News

2 dicembre 2013
World Architecture all'Urban Center Metropolitano
il numero monografico su Torino presentato alla città

TORINO. SUSTAINABLE STRATEGIES
Lunedì 2 dicembre 2013 _ ore 18.00
Urban Center Metropolitano, piazza Palazzo di Città 8/F
Il numero 05/2013 della rivista “World Architecture”, la più influente e diffusa in Cina per quanto riguarda l’architettura e l’urbanistica, è stato dedicato a Torino, prima città europea cui la testata dedichi interamente una propria uscita. La ricerca in essa illustrata guarda alla nostra città come a un modello di sostenibilità, innanzitutto nei confronti della Cina, non rivolto soltanto all’efficienza tecnologica ed energetica, ma fondato piuttosto su un’idea di sostenibilità sociale. Nel suo saggio introduttivo, il direttore della rivista Zhang Li spiega le ragioni della scelta di Torino: “Un insegnamento che le città cinesi possono trarre è chiaro: la sostenibilità di una città non riguarda solo il progresso tecnologico del suo hardware, ma prima di tutto ha a che vedere con la vita urbana, che lega la dimensione fisica della città con chi la abita. La dimensione soft della sostenibilità conta”. Nel numero sono illustrate alcune delle più recenti trasformazioni architettoniche di Torino e area metropolitana, molte delle quali fondate sul riuso di strutture esistenti, prima forma di sostenibilità. Diversi i progetti raccontati attraverso ampi saggi e numerose fotografie: Lingotto, Parco Dora, Fornace Carena di Cambiano, Eataly, Buena Vista Social Housing, Toolbox, Città della Conciliazione di Grugliasco, Sermig.
Saluti istituzionali
Stefano Lo Russo, assessore alle Politiche urbanistiche, Città di Torino e presidente, Urban Center
Alessandro Cimenti, consigliere, Ordine Architetti PPC di Torino
Interventi del curatore e degli autori del numero
Michele Bonino, Zhang Li, Carlo Olmo, Luca Molinari, Davide Tommaso Ferrando
Introduzione e coordinamento
Roberto Pagani, Politecnico di Torino e Europe-China Clean Energy Centre